logo

News dell'Ordine

Webinar di presentazione Inarcassa per i neo-Iscritti all'Ordine

In continuità con i tradizionali appuntamenti organizzati in presenza sino alla fine del 2019,  il Delegato Inarcassa per il territorio torinese,  Stefano Sapienza, riprenderà gli incontri di presentazione della Cassa destinati ai neo-Iscritti all'Ordine (dal 2020 a oggi).

A causa della prolungata emergenza sanitaria, il prossimo evento, dal titolo "Inarcassa: sistema pensionistico e modalità assistenza sanitaria", si terrà, attraverso la piattaforma GoToWebinargiovedì 11 marzo 2021, dalle ore 18.00.

Focus dell'incontro una panoramica introduttiva sulle tematiche previdenziali e assistenziali in Inarcassa.

Tutti i neo-Iscritti nel 2020/2021 riceveranno a mezzo e-mail il link di iscrizione (obbligatoria) al webinar; gli altri Iscritti eventualmente interessati a partecipare all'evento potranno inviare la relativa richiesta all'indirizzo  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

"MeetIng" #9/2020: organizzazione & apertura

Fotogramma Desideri con bottone

Sono circa 5.000 gli studenti del Politecnico di Torino che hanno incontrato lungo il proprio percorso universitario Enrico Desideri, premiato a dicembre per i 50 anni di laurea e protagonista del nuovo "MeetIng" dell'Ordine.

Una carriera non solo accademica quella del Collega, ma anche da libero professionista attivo nei vari campi dell'ingegneria civile, selezionando sempre progetti da presentare poi ai propri allievi come peculiari case studies.

Da Torino a Genova, dall'America Centrale all'Algeria, sino all'India: progettazioni realizzate studiando sempre attentamente le differenti leggi locali e applicando i principi dell'organizzazione e dell'apertura culturale, vere skills di successo per gli ingegneri (e non).

"MeetIng" #8/2020: il valore del lavoro in team

Fotogramma Facta con bottone

La propria iniziativa coniugata con quella altrui: è questa la chiave di volta professionale per Pierluigi Facta, premiato nel 2020 per i 40 anni di laurea e protagonista del nuovo "MeetIng" dell'Ordine.

Titolare di uno studio associato, già Consigliere e componente della Commissione Parcelle dell'Ordine, il Collega ha sempre colto nel team working il completamento di un progetto professionale di successo.

Il futuro dell'ingegneria? Assolutamente positivo, considerando le nuove strade a cui la professione si è aperta negli ultimi anni.

"MeetIng" #7/2020: ingegneri a 360°

Fotogramma Panaro con bottone

Francesco Panaro, premiato lo scorso dicembre per i 50 anni di laurea, è il protagonista del nuovo "MeetIng" dell'Ordine.

Appena laureato, Panaro entra in Recchi Costruzioni Generali, all'epoca impegnata nel grande progetto dello stabilimento FIAT di Cassino. Da allora, una grande expertise (di progettazione ed esecuzione lavori) sviluppata anche nell'ambito delle infrastrutture, dal passante ferroviario alla metropolitana di Torino.

Un consiglio per i futuri ingegneri? Formarsi e lavorare a 360°, acquisendo competenze multidisciplinari per superare al meglio anche i momenti più difficili.

"MeetIng" #6/2020: la formazione dell'ingegnere

Fotogramma Anselmo con bottone

Protagonista del sesto "MeetIng" 2020 dell'Ordine è Virgilio Anselmo, premiato a dicembre per i 50 anni di laurea.

Una lunga carriera, quella del Collega, nell'ambito della protezione idrogeologica: dal CNR all'Università della Tuscia di Viterbo sino all'Università di Torino.

Valore aggiunto dell'ingegnere, secondo Anselmo, il quinquennio trascorso al Politecnico: un periodo altamente formativo, nel quale vengono forniti al futuro tecnico i criteri di riferimento per affrontare problemi di varia natura.

"MeetIng" #5/2020: il futuro roseo dell'ingegnere

Fotogramma Casatella con bottone

Il futuro della categoria? Sicuramente positivo, considerando la sempre più richiesta partecipazione degli ingegneri allo sviluppo della società.

Guardando al domani, è molto fiducioso Giovanni Casatella, premiato a dicembre per i 50 anni di laurea e protagonista del quinto "MeetIng 2020" dell'Ordine.

Una carriera duplice, quella del Collega: da un alto, ricercatore di Urbanistica al Politecnico di Torino; dall'altro, titolare di uno studio professionale.

Non esistono veri e propri trucchi per essere un buon ingegnere, secondo Casatella, ma tre buone "prassi": aggiornarsi continuamente, sviluppare una solida rete di relazioni e detenere conoscenze anche di tipo economico-finanziario.

Ancora 20 giorni per aiutare l'Amedeo di Savoia

Mancano 20 giorni al termine della raccolta fondi per donare all'ospedale Amedeo di Savoia di Torino un sequenziatore genetico, macchinario fondamentale per combattere la pandemia in corso destinato al Laboratorio di Farmacologia Clinica annesso alla Clinica di Malattie Infettive dell'Università di Torino.

L'iniziativa è promossa da sette Ordini professionali torinesi, tra i quali quello degli Ingegneri.

Gli Iscritti interessati potranno fare un'offerta sul conto corrente della Banca del Piemonte (Filiale 001 sede di Torino), intestato al Consiglio Notarile di Torino (causale "Sequenziatore genetico") - IBAN IT45 F030 4801 0000 0000 0094 695.

“MeetIng” #4/2020: l’umanesimo dell’ingegnere

Fotogramma Ferraro con bottone

Michele Ferraro, premiato a dicembre per i 50 anni di laurea, è il protagonista del quarto "MeetIng" 2020 dell'Ordine.

Ingegnere meccanico, una carriera iniziata come progettista all'Alfa Romeo e culminata (complice il cult cinematografico "L'inferno di cristallo") come funzionario dei Vigili del Fuoco in diversi Comandi d'Italia (tra gli interventi più delicati, il rogo della Cappella della Sindone di Torino).

L'identikit del "buon ingegnere", secondo il Collega? Essere anche un abile "umanista", capace di esplicare al meglio il proprio bagaglio tecnico e in grado di relazionarsi efficacemente con la committenza, soprattutto nel caso di scelte scomode.

Un consiglio per i giovani ingegneri? Mai tralasciare l'aggiornamento professionale, fondamentale soprattutto per far fronte ai momenti più critici.

"MeetIng" #3/2020: multidisciplinarietà, in primis

Fotogramma Jarre con bottone

Pietro Jarre, premiato lo scorso dicembre per i 40 anni di laurea, è il protagonista del terzo "MeetIng" 2020 dell'Ordine.

Da progetti puramente tecnici in ambito geotecnico e ambientale alla creazione di società di ingegneria, dall'attività internazionale sino allo sviluppo di nuovi approcci per un uso più responsabile delle tecnologie digitali: questo il percorso professionale, nel segno della poliedricità, di Jarre.

Il segreto per l'ingegnere di successo di oggi e del futuro? Unire alla tecnica l'attenzione alle relazioni umane, imparare l'arte dell'ascolto ed "educarsi" il più possibile (con la storia, la filosofia, la politica): una multidisciplinarietà necessaria, secondo il Collega, e non disgiunta dall'attitudine al problem solving e dalla capacità di governare le tecnologie.

"MeetIng" #2/2020: tecnica, comunicazione & autostima

Fotogramma Bonsignore con bottone

Secondo appuntamento con i "MeetIng" 2020 dell'Ordine, le clip nelle quali i colleghi raccontano il loro "piacere di essere ingegneri".

Protagonista del video Carlo Bongiovanni, premiato il dicembre scorso per  i 50 anni di laurea: ingegnere e architetto, attivo per 40 anni nella progettazione edilizia residenziale libera e, successivamente, CTU, nonché Presidente del Consiglio di Disciplina dell'Ordine.

La responsabilità nei confronti della collettività è il valore imprescindibile che deve sempre caratterizzare l'operato dell'ingegnere, ricorda Bongiovanni, che svela anche il segreto per essere un valido professionista: completare la preparazione tecnica con le skill  comunicative, mantenendo alta la propria autostima.

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli. Prosegui se sei d'accordo.