logo

News sulla professione

Appuntamento con il delegato Inarcassa

calendar

Si comunica che il Delegato INARCASSA riceverà il giorno:

MARTEDI' 18 OTTOBRE 2022

dalle ore 15.00 alle ore 17.00 IN PRESENZA (O TELEFONICAMENTE)

Gli iscritti con problematiche da dirimere possono telefonare presso la Segreteria 011.562.24.68, per fissare un appuntamento con il delegato Inarcassa.

A tal proposito si ricorda che a seguito della D.Lgs 196/2003- Privacy, le informazioni potranno essere date solo al diretto interessato o a persona dotata di esplicita delega.

Video asseverazioni per cessione credito: l’Ordine Ingegneri di Torino si associa alla ferma reazione della RTP

L'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino si associa fortemente alla "più assoluta indignazione" della Rete Professioni Tecniche per la richiesta di Deloitte, società che gestisce una piattaforma per le procedure legate ai bonus edilizi, di produrre un video (con protagonista il tecnico asseveratore) che attesti la veridicità del SAL 30%, necessario per la cessione dei crediti maturati a seguito di interventi rientranti nel Superbonus.

Per la RTP una "incredibile iniziativa che va assolutamente respinta per una serie di precisi motivi", primi tra tutti il fatto che è una mera complicazione procedurale che non trova alcun tipo di appiglio normativo e non serve a scoraggiare eventuali truffe.

La Rete Professioni Tecniche invierà una diffida a Deloitte e, contestualmente, sottoporrà la questione alla Commissione di monitoraggio, alle istituzioni e a tutte le forze politiche del Paese.

Scarica comunicato stampa RPT 

Scarica comunicato stampa Ordine 

Elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale Ingegneri

Attraverso la circolare n. 933/XIX Sess./2022, il CNI ricorda che il Ministero della Giustizia ha indetto per il prossimo 17 ottobre la data delle votazioni per il rinnovo del Consiglio stesso (quinquennio 2022-2027).

Le candidature dovranno pervenire alla Segreteria del CNI esclusivamente il 27 settembre 2022 e la loro pubblicazione sul sito.

Maggiori dettagli nella circolare CNI

Per scaricare il modello di presentazione di candidatura da utilizzare clicca qui

Superbonus scadenza 30 settembre unifamiliari: aggiornamenti

Attraverso la circolare n. 935/XIX Sess./2022, il CNI segnala la recente approvazione, in sede di Commissione di monitoraggio del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, del documento che chiarisce le modalità di calcolo del 30% dei lavori da effettuarsi entro il 30 settembre 2022.

Come previsto dal Decreto Aiuti, per poter usufruire del Superbonus sino al 31 dicembre 2022, è necessario che entro il 30 settembre sia stato realizzato almeno il 30% dei lavori. A questo proposito, la Commissione di monitoraggio istituita presso il CSLLPP (a cui partecipano diversi componenti del gruppo di lavoro della Rete Professioni Tecniche e rappresentanti di importanti associazioni ed enti istituzionali) ha esaminato le proposte della RPT e ha specificato, innanzitutto, che ciascun proprietario può conteggiare ai fini della verifica della percentuale anche i lavori non agevolati da bonus edilizi.

Relativamente alle modalità di dimostrazione del raggiungimento del limite del 30%, il direttore dei lavori dovrà redigere un'apposita dichiarazione basata su idonea documentazione probatoria, da tenere a disposizione nel caso di un'eventuale richiesta da parte degli organi di controllo. Fortemente consigliate la redazione di tale dichiarazione non appena acquisita la documentazione ed effettuate le verifiche necessarie e la sua trasmissione, via PEC o raccomandata, al committente e all'impresa, unitamente a tutti i documenti a supporto.

Scarica circolare 

Caro materiali DL Aiuti

ANCE Piemonte - Valle d'Aosta segnala l'avvio delle piattaforme per accedere ai fondi per i maggiori oneri relativi alle lavorazioni effettuate tra il 1° gennaio e il 31 luglio 2022, ai sensi del decreto legge 50/2022 cd decreto aiuti.

Scarica comunicazione 

Attivazione nuova piattaforma ANPA

Il CNI segnala la nascita e l'imminente operatività dell'ANPA - Anagrafe Nazionale Professionisti Antincendio, fortemente promossa dal Consiglio Nazionale, su proposta del GdL Sicurezza, in seno alla RTP - Rete delle Professioni Tecniche, e condivisa e sostenuta dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Nella nuova piattaforma sarà inserita una serie di nuove funzionalità che faciliteranno l'attività degli operatori dei singoli Ordini che la utilizzeranno.

Dopo un'approfondita fase di test, la piattaforma diventerà operativa dal prossimo 22 luglio; la versione precedente sarà quindi "disattivata" il 19 luglio per permettere il trasferimento dei dati fra i sistemi.

Maggiori informazioni saranno comunicate in seguito. 

Superbonus ed Ecobonus: pubblicato il decreto sui "costi massimi specifici agevolabili”

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 63 del 16 marzo 2022 è stato pubblicato il Decreto 14 febbraio 2022 del Ministero della Transizione Ecologica, previsto dal Decreto Antifrodi e successivamente dalla Manovra di bilancio.

Il documento definisce i "costi massimi specifici agevolabili" per alcune tipologie di beni necessari per l'esecuzione degli interventi agevolabili tramite detrazione fiscale (o cessione o "sconto sul corrispettivo").

Pur mantenendo invariati i massimali per ciascuna tipologia di intervento, così come definiti dal decreto "rilancio" o dalle altre norme di settore applicabili, tenendo fermi gli importi definiti dai prezzari, il decreto pone un vincolo alle attività di asseverazione della congruità delle spese per gli interventi, in relazione alla fornitura dei beni.

La misura è finalizzata a limitare l'aumento dei prezzi per materiali e prestazioni che, negli ultimi mesi, è diventato difficilmente controllabile. Tali prezzi saranno aggiornati annualmente dal MiTE.

Si segnala inoltre che la Regione Piemonte ha pubblicato a questo link l'edizione 2022 del prezzario regionale

Superbonus: necessario l'impegno di tutti per il ritiro delle nuove sanzioni relative alle asseverazioni

Le nuove previsioni sanzionatorie per le asseverazioni, previste dal comma 2 dell'art. 2 del DL antifrodi in materia edilizia approvato dall'ultimo Consiglio dei Ministri, hanno suscitato la forte preoccupazione dei professionisti tecnici italiani, poiché rischiano di creare nuovamente difficoltà insormontabili in grado di bloccare il processo dei bonus edilizi, in particolare quello del Superbonus.

Tale inasprimento appare infatti insensato, considerando che, proprio per il "110%" - per cui da sempre sono previste le asseverazioni dei tecnici abilitati - la presunta percentuale di frodi è, secondo l'Agenzia delle Entrate, del 3% sul totale degli importi e non si hanno notizie di responsabilità dei professionisti su queste né di dichiarazioni false o infedeli.

La nuova norma è sproporzionata per le sanzioni penali, peraltro "aumentate" in caso di dolo, e palesemente inapplicabile nonché incostituzionale anche per l'indeterminatezza delle possibili falsità connesse alla "omissione di riferire informazioni", che dovrebbero riguardare in maniera "rilevante" i requisiti tecnici del progetto.

Per queste ragioni, domenica 20 febbraio, la Rete Professioni Tecniche ha redatto un esaustivo "appunto" sullo stato dell'arte della problematica e, nella giornata di ieri, ha inviato una nota al Premier Mario Draghi contenente la richiesta del ritiro delle nuove sanzioni inerenti alle asseverazioni.

Parallelamente la FIOPA ha avviato un'azione di sensibilizzazione sul tema verso le forze politiche piemontesi e l'Ordine torinese si è celermente attivato per coordinare le numerose istituzioni piemontesi che, lo scorso novembre, hanno sottoscritto l'appello "Decreto antifrodi: necessari i controlli, ma no alla retroattività delle nuove misure", che ha ottenuto un'ampia eco mediatica.

Il medesimo Ordine invita inoltre tutti i suoi iscritti a supportarlo concretamente in future azioni pubbliche, per difendere il proprio diritto al lavoro e la propria dignità.

Scarica DL antifrodi

Scarica appunto RPT

Scarica comunicato stampa RPT

Corso PNRR e fondi europei

Formare "recovery plan specialist" e, più in generale, "esperti di fondi europei" attraverso un percorso formativo sui fondi UE che possa essere di ausilio nella professione, soprattutto in virtù del fatto che, nei prossimi anni, una parte maggioritaria delle risorse finanziarie del sistema economico italiano proverrà dal bilancio dell'Unione Europea. Questo lo scopo precipuo del corso, a carattere oneroso ed erogante CFP, "PNRR e Fondi europei: opportunità, procedure di accesso e modalità di progettazione", organizzato dall'Ordine e dalla sua Fondazione da lunedì 4 aprile a lunedì 16 maggio 2022, in modalità FAD sincrona.

Un ciclo di eventi formativi di strettissima attualità, considerando che per la gestione e l'attuazione degli investimenti previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ma anche nei Programmi Operativi Regionali (POR) e Nazionali (PON), serviranno migliaia di professionisti e tecnici specializzati anche fra gli iscritti agli Ordini Professionali.

Il corso, tenuto dall'ingegner Mauro Cappello, docente all'Università della Tuscia, è rivolto a tutti i professionisti che seguiranno i progetti finanziati dal Piano sia dal punto di vista del tecnico dipendente della pubblica amministrazione sia da quello del libero professionista consulente e progettista.

Scarica programma

Per maggiori informazioni e iscrizioni clicca qui

Corsi AEDES

La Struttura Tecnica Nazionale (STN) sta predisponendo un elenco di tecnici interessati a partecipare ai corsi Aedes in programma per l'anno 2022.

Di seguito il modulo di iscrizione per la manifestazione di disponibilità a frequentare il suddetto corso e la sottoscrizione dell'impegno ad iscriversi alla Struttura Tecnica Nazionale.

Ad oggi non sono stati ancora definiti i costi da sostenere a carico degli interessati, è stato stabilito solo che il percorso formativo sarà di 60 ore, in conformità al DPCM 8 luglio 2014, con obbligo di frequenza minima (80%) e di partecipazione (100%) alle esercitazioni/verifiche finali.

La manifestazione di interesse, corredata di documento di riconoscimento, dovrà essere trasmessa via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. che provvederà a inoltrare i dati raccolti alla STN, nel rispetto della vigente normativa sulla privacy.

Scarica modulo