>> vai alla versione standard

News sulla professione

Regione Piemonte, formazione SSL

La Regione Piemonte comunica la pubblicazione sul proprio sito, nella pagina web dedicata alla formazione SSL, della nota "Emergenza da COVID-19. Indicazioni per la formazione in materia di salute e sicurezza del lavoro" con prot. 37998 del 18 novembre 2020. 

Per accedere clicca qui 

MESE DELLA PREVENZIONE SISMICA

Il CNI, tramite la circolare 625/XIX Sess./2020, comunica la modalità di svolgimento dell'iniziativa DIAMOCI UNA SCOSSA! MESE DELLA PREVENZIONE SISMICA – NOVEMBRE 2020 finalizzata ad accelerare l'avvio di interventi sugli edifici esistenti, favoriti dall'incentivo definito "SuperBonus 110%", con particolare riguardo alla sicurezza sismica.

La referente per l'Ordine di Torino è l'ing. Patrizia Vanoli, che può essere contattata al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   

Scarica circolare 

Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte centrale

L'ATC - Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte centrale (ex IACP - Istituto Autonomo delle Case Popolari), comunica la ricerca di candidature per il proprio Albo Fornitori.

Scarica comunicato 

Tribunale di Torino

Il Tribunale di Torino comunica le disposizioni emanate dalla Sezione Esecuzioni Immobiliari. 

Scarica comunicato 

Attivo il canale Telegram della Fondazione CNI

Avviato il canale Telegram della Fondazione CNI "@FondaCNI" (https://t.me/FondaCNI), strumento mediante il quale verranno fornite notizie relative ai servizi offerti dalla Fondazione, nonché tutte le comunicazioni più importanti legate a pubblicazioni, scadenze ed eventi

Il nuovo canale, gratuito e anonimo, è predisposto per una comunicazione unidirezionale e non sarà quindi possibile per gli utenti inviare messaggi.

Accordo di cooperazione con ASCE

Con la Circolare n. 613/XIX Sess. 2020, il CNI informa che è stato rinnovato l'Accordo di cooperazione con ASCE (American Society of Civil Engineers). 

Il rinnovo ha validità per il triennio 2020-2023. 

Scarica circolare 613 

/senza anticipo non si lavora/

In relazione al tema di strettissima attualità del  Superbonus, gli Ordini torinesi degli Ingegneri e degli Architetti PPC hanno redatto una lettera, indirizzata al Sottosegretario del Consiglio dei Ministri Riccardo Fraccaro, chiedendo di inserire nel DL Rilancio un riconoscimento degli anticipi professionali per le spese tecniche da parte degli istituti bancari.

Ad oggi, infatti, tutti gli istituti bancari e  finanziari che hanno reso disponibili al pubblico (principalmente privati e condòmini) le loro condizioni operative e finanziarie per la cessione del  credito d'imposta non contemplano alcun meccanismo economico di anticipo degli oneri relativi alle  prestazioni professionali davvero fondamentali per l'avvio dell'attività progettuale.  Pertanto tutti gli oneri per la redazione del progetto e delle numerose e complesse procedure per l'approvazione delle pratiche edilizie sino all'ottenimento del Superbonus  andranno a ricadere interamente sui professionisti incaricati. Infatti, già adesso la maggior parte dei committenti dichiara l'impossibilità di anticipare proprie risorse  economiche ritenendo che il "Superbonus" sia a costo zero.

A breve i due Ordini torinesi lanceranno la campagna informativa /senza anticipo non si lavora/, rivolta ai propri iscritti, ai cittadini, alle istituzioni e al comparto edilizio, al fine di sottolineare i rischi e le problematiche di un approccio ancora così poco attento alle problematiche dei professionisti.

Scarica lettera 

Il Presidente
Ing. Alessio Toneguzzo

Modifica Codice di Amministrazione Digitale e opportunità

Il Decreto Semplificazioni ha modificato il Codice di Amministrazione Digitale (regolamento che disciplina l'utilizzo dell'ICT nella PA) nel suo articolo 13, aggiungendo l'indicazione per la Pubblica Amministrazione di conformarsi a un "codice di condotta" nel quale saranno scritte le caratteristiche di esperienza, qualificazione professionale e trattamento economico dei professionisti che potranno supportare la PA nei processi di digitalizzazione.

Tali professionisti sono già descritti nei laureati nel Terzo Settore dell'Ingegneria e iscritti agli Ordini Professionali, tematica peraltro già oggetto di discussione e proposte definite all'interno dei Gruppi di Lavoro e delle assemblee del C3I. Per questo motivo gli Ordini aderenti alla FIOPA hanno redatto e indirizzato una lettera al CNI affinché sia d'ausilio nel promuovere uno stretto rapporto tra il Ministero dell'Innovazione Tecnologica e gli Ordini, che consentirebbe di fare leva su questi ultimi per fare formazione ai professionisti sui temi promossi dal Ministero stesso e, indicando che solo gli iscritti al sistema ordinistico possono esercitare le attività di supporto e controllo, potrebbe anche garantire che, anche tramite la capacità sanzionatoria degli Ordini, queste indicazioni siano rispettate.

Scarica lettera 

Contatore unico condominiale

Lo scorso 21 settembre gli Ordini aderenti alla FIOPA hanno inviato al Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, una proposta di introduzione del "contatore unico condominiale" per l'incremento e l'agevolazione del risparmio energetico da fonti rinnovabili.

Nello specifico, gli Ordini degli Ingegneri FIOPA chiedono che la Regione Piemonte, già leader sul fronte delle comunità energetiche (L.R. n. 12 del 03.08.2018), possa farsi parte attiva come soggetto politico per rimuovere la preclusione opposta dalle autorità di regolazione all'installazione di contatori elettrici unici (fisici o virtuali) a livello condominiale, fatto che è in contrasto con lo spirito e la lettera della Direttiva 2001/2018 UE.

Scarica lettera 

Obbligo di comunicazione del domicilio digitale (casella PEC): sanzioni per chi non si adegua

Il Decreto Legge Semplificazioni del 16 luglio 2020, n. 76 art. art. 37, prevede l'obbligo per tutti gli iscritti a un Ordine professionale (anche coloro che sono dipendenti o che non esercitano la libera professione) di comunicare all'Ordine, entro il 1 ottobre 2020, il proprio domicilio digitale (casella PEC).

In caso di inottemperanza si prevede "la sanzione della sospensione dal relativo Albo fino alla comunicazione del domicilio digitale".

Poiché la casella PEC è diventata obbligatoria per gli iscritti agli Ordini o Collegi professionali con il D.L. 185/2008 ed è già presente nelle schede Albo dei singoli soggetti, si invitano tutti gli Iscritti a collegarsi all'Area Riservata del sito dell'Ordine e a verificare se la propria casella PEC e i propri dati registrati presso l'Ordine risultano aggiornati, variando quanto obsoleto.

Chi fosse sprovvisto delle credenziali di accesso, potrà richiederle nei seguenti modi (si ricorda che il nome utente corrisponde alla matricola comprensiva di lettera (se presente) per cui è possibile richiedere solo la password):

Nel caso la richiesta delle credenziali non vada a buon fine, in quanto la mail personale registrata presso l'Ordine non è più utilizzata, inviare mail di comunicazione ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Se l'Iscritto non ha mai attivato una casella PEC, gliene verrà assegnata una gratuitamente dopo aver aggiornato i propri recapiti (se variati) dall'Area Riservata del sito dell'Ordine e inviato un'email di richiesta attivazione casella PEC ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

   

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli. Prosegui se sei d'accordo.