logo

Formazione continua

Si pubblicano in questa sezione le risposte alle domande più frequentemente poste dagli Iscritti in tema di aggiornamento della competenza professionale

Qual è la frequenza minima ad un corso affinchè mi vengano riconosciuti i C.F.P. ?

Al fine del riconoscimento dei C.F.P. necessita una frequenza minima del 90 % e non è possibile sospendere il corso per poi riprenderlo in una seconda fase.

Ho sentito parlare di "apprendimento non formale", cosa significa?

Con riferimento all'allegato A del regolamento per l'aggiornamento della competenza professionale per apprendimento non formale si intende: 

  • frequenza frontale o a distanza a corsi e seminari riconosciuti, compresi quelli obbligatori per legge anche abilitanti (1 ora 1 C.F.P.);
  • partecipazione a convegni, conferenze ed altri eventi specificatamente individuati dal Consiglio Nazionale (max  9 crediti all'anno);
  • partecipazione a visite tecniche qualificate a siti di interesse (max  9 crediti all'anno);
  • partecipazione a stages formativi (C.F.P. valutati caso per caso).

Sono un lavoratore dipendente esclusivo, sono tenuto all'aggiornamento professionale ?

Sì, tutti gli iscritti all'Albo sono tenuti all'aggiornamento della competenza professionale.

Nella fattispecie però, per il dipendente, di Società privata o Ente Pubblico, che non svolge atti di libera professione, la violazione dell'obbligo dell'aggiornamento della competenza professionale non si configura come illecito professionale e non è sanzionato sulla base di quanto stabilito dall'ordinamento professionale (quantomeno alla data del presente articolo).

E' possibile acquisire C.F.P., anche per i dipendenti, con attività di apprendimento non formale anche al fine di mantenere almeno un minimo di 30 C.F.P. nell'eventualità di nuove condizioni lavorative con necessità di svolgere atti di professione.

Sono un Architetto ma ho seguito un Convegno che dava diritto a C.F.P. per gli Ingegneri. Posso farli valere anche presso l'Ordine Architetti ?

I regolamenti per l'aggiornamento della Competenza Professionale degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri sono molto differenti e non è prevista la mutualità fra i suddetti Ordini; pertanto eventi organizzati dall'Ordine degli Ingegneri non possono essere riconosciuti, ai fini dell'accreditamento dei C.F.P., dall'Ordine degli Architetti, e viceversa.

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli. Prosegui se sei d'accordo.